Senigallia Atto

Emergenza epidemiologica COVID-19 - ANNO 2020 approvazione modifiche al regolamento comunale per la concessione dei beni demaniali del patrimonio non disponibile e per l’applicazione del relativo canone

Delibera del Consiglio Comunale N° S-OF/2020/787 del 27 maggio 2020

Presentazione
Approvazione
27.5.2020

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 29 
Seduta del 27/05/2020
OGGETTO:	APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEI BENI DEMANIALI DEL PATRIMONIO NON DISPONIBILE E PER L’APPLICAZIONE DEL RELATIVO CANONE – EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA COVID-19 - ANNO 2020
L’anno duemilaventi addì ventisette del mese di maggio alle ore 15:00 nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Pedroni Luana*-2 Beccaceci Lorenzo *-15 Perini Maurizio*-3 Bedini Mauro*-16 Pierfederici Mauro*-4 Brucchini Adriano*-17 Profili Vilma*-5 Canestrari Alan-*18 Rebecchini Luigi*-6 Da Ros Davide*-19 Romagnoli Simona*-7 Fileri Nausicaa*-20 Romano Dario*-8 Gregorini Mauro*-21 Salustri Maurizio*-9 Mandolini Riccardo*-22 Santarelli Luca-*10 Mangialardi Maurizio*-23 Sardella Simeone*-11 Martinangeli Stefania*-24 Sartini Giorgio*-12 Palma Elisabetta*-25 Urbinati Sandro*-13 Paradisi Roberto-*T O T A L E     P R E S E N T I    N° 22

 Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*- Mraihi MohamedConsigliere Straniero Aggiunto*-
Sono altresì presenti gli assessori: Bomprezzi Chantal, Bucari Simonetta, Girolametti Carlo, Giuliani Ludovica, Memè Maurizio, Monachesi Enzo, Ramazzotti Ilaria.
Si precisa che tutti i presenti sono collegati in videoconferenza, come da Decreti del Presidente del Consiglio Comunale n. 164 del 28/04/2020 e n. 195 del 27/05/2020. Sono presenti in sede, e collegati in videoconferenza, Romano Dario e Bomprezzi Chantal. 
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano, presente in sede e collegato in videoconferenza.
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Pedroni Luana; 2° Fileri Nausicaa;  3° Martinangeli Stefania .
Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEI BENI DEMANIALI DEL PATRIMONIO NON DISPONIBILE E PER L’APPLICAZIONE DEL RELATIVO CANONE – EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA COVID-19 - ANNO 2020 e concede la parola al Vice Sindaco Memè per la relazione introduttiva.

…… .….. omissis …… .…..

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese attraverso la piattaforma di connessione da remoto (chat e dichiarazione verbale), la proposta iscritta al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari, così come emendata in corso di seduta, che viene approvata con 22 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese attraverso la piattaforma di connessione da remoto (chat e dichiarazione verbale), l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 21 voti favorevoli, nessun contrario, nessun astenuto, 1 presente non votante (Mangialardi) come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l’argomento iscritto al punto 6 dei suoi lavori;
- Udita la relazione del Vice Sindaco;
- Visto il comma 20 dell’art. 31 della L. 448/1998 che sostituisce il comma 1 dell’art. 63 del D. Lgs. 446/1997, il quale riserva la facoltà ai Comuni e alle Province di sostituire la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP) con il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP);
- Visto l’art. 52 del D. Lgs. 446/1997 sulla potestà regolamentare generale delle Province e dei Comuni di disciplinare con regolamento le proprie entrate;
- Richiamata la deliberazione del Consiglio Comunale n. 207 del 16/10/1998 avente per oggetto Regolamento comunale per la concessione dei beni demaniali e del patrimonio non disponibile e per l’applicazione del relativo canone;
- Richiamate la deliberazione del Commissario Prefettizio con i poteri del Consiglio Comunale n. 161 del 28/12/1999 e le successive deliberazioni del Consiglio Comunale con le quali venivano apportate modifiche al suddetto Regolamento, quali, da ultimo, la precedente deliberazione n. 15 del 27/03/2018;
- Dato atto che con tale ultimo atto è stata operata una revisione generale dell’intero documento, utile a coordinare in maniera organica tutte le previsioni inserite, aggiornando la disciplina a fattispecie non contemplate ed adeguando il corpo regolamentare alle innovazioni normative intervenute;
- Richiamata altresì la propria precedente deliberazione n. 109 del 19.12.2019 con cui sono state apportate alcune variazioni alla versione regolamentare previgente per l’anno 2020 e ritenuto di apportare ulteriori modificazioni al testo oggi vigente con riferimento ad alcune categorie economiche gravemente pregiudicate dalla fase di emergenza epidemiologica da Covid-19 tuttora in corso che, in ragione delle misure di contenimento del contagio e della diffusione del virus, hanno visto e vedranno sensibilmente ridotta la propria capacità produttiva, con ogni evidente ripercussione sulla conseguente produzione di reddito e possibilità di assicurare i consueti livelli occupazionali;
- Preso atto che in data 31 gennaio 2020 il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza per 6 mesi in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili e ha previsto l’assunzione immediata di iniziative di carattere straordinario ed urgente per fronteggiare adeguatamente possibili situazioni di pregiudizio per la collettività;
- Rilevato che l’emergenza epidemiologica determinata dalla diffusione del coronavirus COVID-19 si è notevolmente aggravata e che, in conseguenza, con successivi Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri sono state adottate misure urgenti per la prevenzione ed il contenimento del contagio disponendo stringenti limitazioni riguardo alla circolazione delle persone e la sospensione di gran parte delle attività produttive industriali e commerciali;
- Vista l’allegata tabella contente la revisione del regolamento comunale per la concessione dei beni demaniali e del patrimonio non disponibile e per l’applicazione del relativo canone e dei relativi allegati, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto;
- Considerato che l’art. 53, comma 16 della L. 23 dicembre 2000, n. 388, così come integrato dall’art. 27, comma 8 della L. 28 dicembre 2001, n. 448, prevede che il termine per deliberare le aliquote e le tariffe dei tributi locali, nonché per approvare i regolamenti relativi alle entrate degli enti locali, è stabilito entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione e che i regolamenti sulle entrate, anche se approvati successivamente all'inizio dell'esercizio purchè entro il termine di cui sopra, hanno effetto dal 1 gennaio dell’anno di riferimento;
- Evidenziato che con la deliberazione n. 113 del 19.12.2019 questo Consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022;
- Evidenziato, altresì, che il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. Decreto Cura Italia), così come convertito dalla L. 24 aprile 2020, n. 27, all’art. 107, comma 2, ha previsto il differimento del termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2020-2022 al 31 luglio 2020;
- Rilevato, pertanto, che, non essendo ancora spirato il predetto termine di legge per l’approvazione del bilancio di previsione 2020-2022 fissato al 31.07.2020, l’ente può legittimamente procedere con le modifiche oggetto della presente deliberazione, specificando, tuttavia, che le stesse non incidono direttamente sulla determinazione delle tariffe, riguardando la previsione di ulteriori ipotesi di riduzione o esenzione del canone per alcune fattispecie di occupazione di suolo pubblico; 
- Stabilito che alla presente deliberazione seguirà un’apposita variazione del bilancio di previsione 2020/2022 finalizzata ad introdurre misure correttive dei disequilibri di bilancio che potranno presentarsi;
- Vista la legge 27 dicembre 2019, n. 160 Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020 - 2022;
- Visto il decreto-legge 30 dicembre 2019 n. 162, coordinato con la legge di conversione 28 febbraio 2020, n. 8, recante Disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica;
- Vista la legge 27 luglio 2000, n. 212 recante disposizioni in materia di Statuto dei diritti del contribuente, come modificata dal decreto legislativo 24 settembre 2015 n. 156;
- Visto il parere favorevole dell’organo di revisione contabile sulla presente deliberazione ai sensi dell’art. 239 del D.Lgs. n. 267/2000;
- Preso atto degli allegati pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;

- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) – DI DICHIARARE la premessa narrativa parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°)- DI APPROVARE la revisione del vigente regolamento per la concessione dei beni demaniali e del patrimonio non disponibile e per l’applicazione del relativo canone e relativi allegati quale risultante nella seconda colonna dall’allegata tabella, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, prendendo atto con esito favorevole delle motivazioni riportate nella terza colonna;
3°) – DI DARE MANDATO all’Ufficio competente di redigere il testo coordinato del  regolamento in questione, che si approva integralmente nella versione riportata nella seconda colonna della tabella allegata;
4°) - DI DARE ATTO che alla presente deliberazione seguirà un’apposita variazione del bilancio di previsione 2020/2022 finalizzata ad introdurre misure correttive dei disequilibri di bilancio che potranno presentarsi;
5°) – DI DARE ATTO altresì che la revisione del regolamento avrà effetto dal 1° gennaio 2020 in quanto approvata entro il termine fissato da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione;
6°) – DI INVIARE la presente deliberazione al Ministero dell'Economia e delle Finanze, come previsto dall'art. 52, comma 2, del D. Lgs. n. 446/1997, seguendo la procedura di trasmissione telematica disponibile sul portale www.portalefederalismofiscale.gov.it, secondo quanto, da ultimo, disposto dall'art. 1 del D.L. 9 giugno 2014, n. 88; 
7°) - DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000 n. 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.



Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 29 settembre 2020 al 14 ottobre 2020 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 15 ottobre 2020	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 10 ottobre 2020, essendo stata pubblicata il 29 settembre 2020.
Lì, 12 ottobre 2020	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,