Senigallia Atto

Delega al Comune di Ancona per l'appalto del servizio di distribuzione del gas naturale

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2014/102 del 29 dicembre 2014

Presentazione
Approvazione
29.12.2014
  • 29.12.2014
  • approvato
    (in 11 giorni)
    votazione


Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore ai Lavori Pubblici
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 102 
Seduta del 29/12/2014
OGGETTO:	APPROVAZIONE CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO AL COMUNE DI ANCONA DELLE FUNZIONI DI STAZIONE APPALTANTE PER L'INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO GESTORE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE
L’anno duemilaquattordici addì ventinove del mese di dicembre alle ore 16:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Allegrezza Elisabetta-*17 Marcantoni Fabrizio-*2 Angeletti Margherita *-18 Marcellini Massimo-*3 Battisti Paolo-*19 Monachesi Enzo*-4 Brucchini Adriano*-20 Papa Caterina*-5 Bucari Simonetta*-21 Paradisi Roberto*-6 Bucci Vania*-22 Pergolesi Enrico*-7 Cameruccio Gabriele*-23 Perini Maurizio*-8 Canestrari Alan-*24 Quagliarini Luciano*-9 Cicconi Massi Alessandro*-25 Ramazzotti Ilaria*-10 Donatiello Giulio*-26 Rebecchini Luigi C.D.*-11 Fiore Mario*-27 Rimini Enrico*-12 Giacchella Massimiliano*-28 Romano Dario*-13 Girolametti Carlo*-29 Salustri Maurizio*-14 Gregorini Mauro-*30 Sardella Simeone*-15 Mancini Roberto*-31 Sartini Oliviano*-16 Mangialardi Maurizio*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 25

 Shikova NataliyaConsigliere Straniero Aggiunto*- Rana Mohammad IsmailConsigliere Straniero Aggiunto-*
Sono altresì presenti gli assessori: Curzi Paola, Schiavoni Stefano.
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Enzo Monachesi nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Donatiello Giulio; 2° Bucci Vania;  3° Rebecchini Luigi .
Il Presidente del Consiglio MONACHESI enuncia l’argomento iscritto al punto 7 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: APPROVAZIONE CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO AL COMUNE DI ANCONA DELLE FUNZIONI DI STAZIONE APPALTANTE PER L'INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO GESTORE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE e concede la parola al Sindaco per la relazione introduttiva.

….. …… omissis …… …… 

Il Presidente del Consiglio MONACHESI pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 7 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari che viene approvato con 17 voti favorevoli, 7 contrari (Battisti, Cameruccio, Mancini, Papa, Paradisi, Perini, Rebecchini), nessuno astenuto come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio MONACHESI pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 17 voti favorevoli, 7 contrari (Battisti, Cameruccio, Mancini, Papa, Paradisi, Perini, Rebecchini), nessuno astenuto,  come proclama il Presidente ai sensi di legge. 

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 7 dei suoi lavori;
- Udita la relazione del Sindaco;
Premesso:
- che l'art. 14 comma 1 del D. Lgs. n.164/2000 stabilisce che:L'attività di distribuzione di gas naturale è attività di servizio pubblico. Il servizio è affidato esclusivamente mediante gara per periodi non superiori a dodici anni. Gli enti locali che affidano il servizio, anche in forma associata, svolgono attività di indirizzo, di vigilanza, di programmazione e di controllo sulle attività di distribuzione, ed i loro rapporti con il gestore del servizio sono regolati da appositi contratti di servizio, sulla base di un contratto tipo predisposto dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas ed approvato dal Ministero dell'industria, del commercio e dell'artigianato entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto.;
- che il D.L. 1/10/2007 n. 159, convertito, con modificazioni, dalla Legge 29/11/2007 n. 222, all'articolo 46-bis, comma 1, ha attribuito al Ministero dello sviluppo economico e al Ministero per gli affari Regionali e le autonomie locali la competenza a determinare con decreto gli ambiti territoriali minimi (A.TE.M.) nel settore della distribuzione del gas naturale per lo svolgimento delle gare per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas, secondo l’identificazione di bacini ottimali di utenza, in base a criteri di efficienza e riduzione dei costi e a determinare misure per l’incentivazione delle relative operazioni di aggregazione;
- che, conseguentemente, con Decreto del Ministro per lo sviluppo economico 19/01/2011 di concerto con il Ministro per i rapporti con le Regioni e la coesione territoriale sono stati determinati gli ambiti territoriali minimi per lo svolgimento delle gare e l’affidamento del servizio di distribuzione del gas, tra i quali l’Ambito Territoriale Ancona (c.d. A.TE.M. Ancona);
- che con Decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro per i rapporti con le Regioni e la coesione territoriale del 18/10/2011, sono stati individuati i singoli Comuni appartenenti a ciascun Ambito Territoriale Minimo (A.TE.M.);
- che l’Ambito Territoriale Ancona è complessivamente composto da n. 48 Comuni;
- che l’art. 3 del D.M. 226/2011 stabilisce che  Gli Enti locali concedenti appartenenti a ciascun ambito demandano al Comune capoluogo di provincia il ruolo di stazione appaltante per la gestione della gara per l'affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale in forma associata secondo la normativa vigente in materia di Enti locali, ferma restando la possibilità di demandare in alternativa tale ruolo a una società di patrimonio delle reti, costituita ai sensi dell', ove presente. Nel caso in cui il Comune capoluogo di provincia non appartenga all'ambito, i sopra citati Enti locali individuano un Comune capofila, o la Provincia, o un altro soggetto già istituito, quale una società di patrimonio delle reti, al quale demandare il ruolo di stazione appaltante;
- che le suddette disposizioni, ai fini di un efficace ed efficiente processo di affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale per ambito territoriale, hanno quindi stabilito che il Comune capoluogo di provincia assuma la funzione di stazione appaltante;
- che D.M. 12/11/2011 n. 226 reca il Regolamento per i criteri di gara e per la valutazione dell'offerta per l'affidamento del servizio della distribuzione del gas naturale prevedendo termini e modalità per l’individuazione del soggetto che gestisce la gara, per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale e per l’avvio del processo di indizione della gara; 
Considerato:
- che il Comune di Ancona, è capoluogo di Provincia all’interno dell’Ambito Territoriale Ancona, ed è tenuto a svolgere il ruolo di stazione appaltante;
- che pertanto nel corso della riunione tenutasi in data 14/10/2014 e convocata dal Comune di Ancona con nota del 7/10/2014 Prot.104288, ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dall’art. 2, comma 2 del D.M. 12/11/2011 n. 226 i Comuni appartenenti all’A.TE.M. Ancona hanno demandato al Comune di Ancona il ruolo di stazione appaltante affidandogli, su delega espressa, i compiti specificati nel medesimo articolo 2 del D.M. 226/2011 predisporre e pubblicare il Bando di gara ed il Disciplinare di gara, svolgere e aggiudicare la gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale per l’A.TE.M. Ancona, curare i rapporti con il gestore del servizio di distribuzione del gas naturale per l’intera durata della concessione, svolgendo anche la funzione di controparte e sottoscrivendo il contratto di servizio, entro i termini e nei modi previsti dalla attuale normativa, nonché svolgere i compiti di vigilanza e controllo, garantendo il coordinamento dei comuni facenti parte dell’A.TE.M. Ancona;
- che l’art. 30 del D.Lgs. 267/2000 consente ai Comuni di stipulare apposite convenzioni al fine di svolgere in modo coordinato funzioni e servizi e che tale possibilità è espressamente richiamata all’art. 14 del citato D.Lgs. 164/2000 il quale consente di assolvere ai compiti inerenti l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale in forma associata;
Rilevato:
- che ricorre pertanto l’opportunità di stipulare apposita convenzione;
Preso atto:
- che all’uopo è stato predisposto lo schema di convenzione allegato alla presente proposta sotto la lettera A per farne parte integrante e sostanziale;
Dato atto:
- che il suddetto schema di convenzione è stato rimesso ai Comuni facenti parte dell’Ambito Territoriale Ancona per la sua formale approvazione ai fini della successiva sottoscrizione nell’ambito della conferenza di servizio sopra citata, durante il corso della quale i Comuni partecipanti ne hanno convenuto il testo;
Considerato:
- che le attività tecniche ed amministrative necessarie per lo svolgimento del procedimento di gara e per affrontare l'intera problematica presentano molteplici aspetti di natura complessa che richiedono specifiche esperienze e competenze nel settore, di cui la struttura organizzativa del Comune non è dotata, sicché è indispensabile l'apporto di un soggetto esterno idoneo, munito di dette particolari esperienze e competenze, per svolgere le attività preordinate al nuovo affidamento del servizio di distribuzione nell'ambito come sopra determinato, sia per quanto riguarda l'acquisizione dei dati e la valutazione della rete comunale in contraddittorio con il gestore uscente, sia per quanto attiene alle altre attività comunque connesse con l'attuazione della normativa in materia;
- che con delibera di Giunta Comunale n.124 del 27/03/2014 il Comune di Ancona ha individuato quale Responsabile Unico del Procedimento  l’Ing. Gianni Roccato, Dirigente Area Tecnica Territorio e Ambiente del Comune di Senigallia;
Visti:
- l’art. 42 del D.Lgs. 267/2000 che individua nel Consiglio Comunale l’organo competente a deliberare in materia di c) convenzioni tra i comuni quelle tra i comuni e provincia, costituzione o modificazione di forme associative;  e) (…) affidamento di attività o servizi mediante convenzione;
- il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti, reso ai sensi dell’art. 239, comma 1 lettera b) del D. Lgs.vo 267/2000;
- Attesa dunque la competenza del Consiglio comunale ai sensi dell’art. 42 del D. Lgs. n. 267/2000 e successive modifiche ed integrazioni;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- dal Dirigente responsabile dell’Area Organizzazione e Risorse Finanziarie;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) – DI DARE ATTO che il Comune di Ancona è stato demandato dai Comuni facenti parte dell’A.TE.M. Ancona, ad assumere, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2 del D.M.226/2011, il ruolo di stazione appaltante con i compiti indicati  dal medesimo articolo 2 del D.M. 226/2011 tra i quali, specificatamente e su delega espressa, il compito di predisporre e pubblicare il Bando di gara ed il Disciplinare di gara, svolgere e aggiudicare la gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale per l’A.TE.M. Ancona, curare i rapporti con il gestore del servizio di distribuzione del gas naturale per l’intera durata della concessione, svolgendo anche la funzione di controparte e sottoscrivendo il contratto di servizio, entro i termini e nei modi previsti dalla attuale normativa, nonché a svolgere i compiti di vigilanza e controllo, garantendo il coordinamento dei comuni facenti parte dell’A.TE.M. Ancona; 
2°) – DI APPROVARE, per tutte le motivazioni in fatto e diritto espresse nelle premesse, parti integranti e sostanziali del presente atto, lo schema di convenzione, ai sensi  e per gli effetti dell’Art. 30 D.Lgs. 267/2000, qui allegato sotto la lettera A per far parte integrante e sostanziale del presente atto;
3°) – DI AUTORIZZARE sin da ora il Sindaco a sottoscrivere la convenzione apportando ad essa ogni e qualsiasi modifica che si rendesse all’uopo necessaria purché di carattere non sostanziale;
4°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Enzo Monachesi	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 26 gennaio 2015 al 10 febbraio 2015 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 11 febbraio 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 6 febbraio 2015, essendo stata pubblicata il 26 gennaio 2015
Lì, 9 febbraio 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,