Senigallia Atto

Richiesta di Multiservizi SpA del rinnovo di finanziamento presso banche per realizzazione interventi del piano d'ambito approvato dall'AATO

Delibera del Consiglio Comunale N° OM/10_132_CC del 01 dicembre 2010

Presentazione
Approvazione
1.12.2010

Firmatari

Testo

COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N°      132
Seduta del 01/12/2010
OGGETTO:	PRESA D'ATTO DELLA RICHIESTA DA PARTE DELLA MULTISERVIZI SPA DI RINNOVO FINANZIAMENTO PRESSO GLI ISTITUTI DI CREDITO PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DEL PIANO D'AMBITO APPROVATO DEFINITIVAMENTE CON DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA DELL'AATO N. 2 DEL 4.02.2008. DETERMINAZIONI 
L’anno DUEMILADIECI addì UNO del mese di DICEMBRE alle ore 16,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Cicconi Massi Alessandro  nella qualità  di Vice Presidente, dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il  Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano.
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1º Gregorini Mauro; 2º Sardella Simeone; 3º Mancini Roberto.
Si dà atto che entra il Presidente del Consiglio Comunale Enzo Monachesi: Presenti con diritto di voto n. 26.

Il Presidente del Consiglio MONACHESI enuncia l’argomento iscritto al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: “PRESA D'ATTO DELLA RICHIESTA DA PARTE DELLA MULTISERVIZI SPA DI RINNOVO FINANZIAMENTO PRESSO GLI ISTITUTI DI CREDITO PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DEL PIANO D'AMBITO APPROVATO DEFINITIVAMENTE CON DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA DELL'AATO N. 2 DEL 4.02.2008. DETERMINAZIONI” e concede la parola al Sindaco per la relazione introduttiva.

Si dà atto che escono i Consiglieri Cameruccio, Cicconi Massi, Battisti, Rebecchini e Mancini che viene sostituito nella funzione di scrutatore dal Consigliere Girolimetti: Presenti con diritto di voto n. 21.

Il SINDACO: “Farò una relazione brevissima visto anche l’approfondimento adeguato con un dibattito che era inevitabile avuto  in commissione. Vista l’ora e anche la manifestazione di sabato 4 per la difesa dell’acqua pubblica, alla quale invito il Consiglio a partecipare,  l’avvio del percorso della moratoria porta a non approfondire in modo strutturato la proposta di delibera che questo consiglio lo scorso hanno ha gia votato. Si tratta di un prestito ponte che la Multiservizi deve disporre da parte delle banche per un affidamento che sarebbe ventennale, fino al 2030, e che viene inficiato dalla legge, dal Ronchi, e quindi non è nelle condizioni di poter intervenire rispetto alle previsioni di investimento ipotizzate dall’AATO e affidate alla Multiservizi. Rispetto alla richiesta lo scorso anno erano 70.000.000 di Euro oggi sono 80.000.000, una lettera di subentro che noi tutti auspichiamo non venga attivata e che nell’arco di questi mesi si risolva la questione dell’acqua in maniera definitiva. Ovviamente il Sindaco parla per se stesso e non solo visto che abbiamo votato atti condivisi in questo Consiglio, quindi insieme auspichiamo che l’acqua rimanga un bene pubblico, un bene non a rilevanza economica, un bene gestito direttamente da società interamente pubbliche come la nostra Multiservizi. Non aggiungo altro rinnovando a tutti l’invito ad un voto positivo a questa proposta e a partecipare alla manifestazione in Ancona di sabato 4.”

Il Presidente del Consiglio MONACHESI pone in votazione, palese con modalità elettronica la proposta iscritta al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari che viene approvata con 20 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, 1 presente non votante (Ramazzotti) come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio MONACHESI pone in votazione, palese con modalità elettronica l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 19 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, 2 presenti non votanti (Magi Galluzzi, Ramazzotti) come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari;
- Udita la relazione del Sindaco;
- Richiamato il proprio atto n° 2 del 28/01/2009 avente ad oggetto ”Presa d’atto della richiesta della Multiservizi s.p.a. di finanziamento presso gli istituti di credito per la realizzazione degli interventi del piano d’ambito approvato definitivamente con deliberazione dell’assemblea dell’ AATO N° 2 del 04.02.2008. Determinazioni.” ;
- Considerata la necessità di prendere atto della richiesta di rinnovo di finanziamento presentata dalla Multiservizi s.p.a. prot. n° 26764 del 08/11/2010 per la realizzazione degli interventi del piano d’ambito approvato definitivamente con deliberazione dell’assemblea dell’ AATO N° 2 e della necessità di rilasciare apposita lettera di impegno a favore degli istituti di credito finanziatori;
- Ritenuto opportuno deliberare in merito al rinnovo di tale finanziamento;
- Dato atto che il presente atto costituisce, ai sensi dell’art. 107 – commi 1 e 2 – del D.Lgs. 267/2000, atto amministrativo contenente indirizzi, programmi ed obiettivi e precisamente: “Presa d’atto della richiesta della Multiservizi s.p.a. di rinnovo di finanziamento presso gli istitutidi credito per la realizzazione degli interventi del piano d’ambito approvato definitivamente con deliberazione dell’assemblea dell’ AATO N° 2 del 04.02.2008. Determinazioni.”
- Visto l’art. 42 del T.U.E.L. 267/2000;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile del Servizio Risorse del Territorio;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE le premesse quali parti integranti del presente atto;
2°) - DI PRENDERE ATTO che:
- la propria partecipata Multiservizi S.p.A. ha necessità di rinnovare per un anno il prestito bridge, di seguito “il Finanziamento”, per un importo complessivo di €. 80.000.000 (ottanta milioni di euro), a decorrere dalla stipula dei relativi contratti di finanziamento con scadenza fino al 31.12.2011, per realizzare gli interventi previsti dal Piano d’Ambito, approvato dall’assemblea dell’A.A.T.O. n° 2 con deliberazione n. 14 del 27 novembre 2006 e successivamente modificato mediante una variante, con deliberazione dell’assemblea n. 2 del 4 febbraio 2008;
- gli istituti di credito che erogheranno “il Finanziamento” hanno chiesto, per il tramite della Società, ai singoli Comuni Soci il rilascio di una lettera, che contenga gli impegni in qualità di socio,  previsti di seguito al punto 3 del  presente dispositivo;
3°) - DI DARE ATTO che il Comune di Senigallia, in qualità di azionista della “Società” esercitante i poteri di controllo analogo previsti dallo statuto societario, si impegna:
a) a dare comunicazione scritta, con 30 giorni di preavviso, agli istituti di credito finanziatori, nell’eventualità in cui intendesse non più mantenere e/o modificare la propria quota di partecipazione nella “Società”, a favore di altro socio pubblico, come previsto dall’articolo 8 comma 1 del vigente statuto della Società, in forza dell’obbligo del totale capitale pubblico imposto dalla legge per il  cosiddetto “affidamento in house”;
b) in consultazione preventiva e con gli istituti di credito finanziatori, sia in qualità di azionista della “Società” che di componente del Consorzio AATO N° 2 Marche Centro – Ancona, altresì, a:
b1) adottare idonei atti amministrativi e promuovere le azioni necessarie per confermare l’affidamento del servizio idrico integrato alla “Società”, sino alla già fissata scadenza del 2030;
b2) prevedere nei documenti di gara per la scelta del nuovo gestore del servizio idrico integrato, qualora la normativa, i correlati regolamenti attuativi o circostanze comunque ad oggi non prevedibili, non consentano la suddetta conferma, l’obbligo a carico del gestore subentrante di riconoscere al gestore uscente un indennizzo pari all’ammontare degli investimenti relativi al servizio stesso e non ancora ammortizzati, come risultanti dalla contabilità del gestore uscente alla data di cessazione della gestione, nei modi e nei tempi compatibili con il rimborso del Finanziamento;
b3) garantire che nell’amministrazione della “Società” siano sempre seguiti i criteri della più oculata, sana e prudente gestione, per mantenerla in condizioni patrimoniali e finanziarie tali che la stessa possa sempre tempestivamente ed integralmente adempiere ad ogni obbligazione assunta nei confronti degli istituti di credito finanziatori in dipendenza del Finanziamento, facendo a tal fine sì che il totale dell’attivo liquidabile/patrimonio contabile al netto degli ammortamenti e degli eventuali contributi pubblici a fondo perduto (in relazione al servizio idrico integrato) della “Società” sia sempre maggiore dell’indebitamento finanziario ed i proventi di gestione della “Società” siano sufficienti ad assicurare l’integrale servizio del debito e a fare in modo che la “Società” faccia fronte alle sue obbligazioni nei confronti degli istituti di credito finanziatori dipendenti dal suddetto Finanziamento con scadenza fino al 31.12.2011;
4°) - DI APPROVARE la lettera, destinata a favore degli istituti di credito finanziatori, allegata al presente provvedimento quale sua  parte integrante, e di dare mandato al Sindaco per la sua sottoscrizione, in nome ed in rappresentanza del Comune;
5°) - DI DARE ATTO che la lettera di impegno di cui al punto precedente non è configurabile come garanzia fideiussoria prevista dall’art. 207 del T.U.E.L.;
6°) - DI CHIEDERE alla “Società”, al fine di consentire l’esercizio da parte del Comune di Senigallia del cosiddetto controllo analogo, l’invio delle copie dei contratti di finanziamento che verranno sottoscritti, della rendicontazione annuale dei rimborsi dei suddetti finanziamenti e delle relative condizioni;
7°) - DI NOTIFICARE la presente deliberazione alla “Società” per gli adempimenti successivi;
8°) - DI NOTIFICARE la presente deliberazione all’Autorità d’Ambito A.A.T.O. 2;
9°) - DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
     

Allegato alla deliberazione Consiliare n. 132 del 01/12/2010


Spett.le BANCA INFRASTRUTTURE INNOVAZIONE E SVILUPPO s.p.a.
            Via del Corso, 226
            00186 Roma

Spett.le DEXIA CREDIOP s.p.a. 
            Via Venti Settembre, 30
            00187 Roma

Spett.le BANCA NAZIONALE DEL LAVORO s.p.a.
            Via dè Cerretani, 6/N
            50123 Firenze


OGGETTO: La presente con riferimento alla copia del contratto di finanziamento di Euro 70.000.000 (settantamilioni) trasmesso in data 24/03/2009, ai sensi del punto 5 del dispositivo della deliberazione del Consiglio Comunale n° 2 del 28/01/2009, per l’esercizio del controllo analogo, della società Multiservizi s.p.a. con prot. n° 26764 del 08/11/2010, di cui la società Multiservizi ha intenzione di richiedere l’estensione, anche ai fini dell’incremento dell’importo fino ad Euro 80.000.000 (ottantamilioni) (come di volta in volta ulteriormente modificato e/o integrato, il Contratto di Finanziamento).

Vi confermiamo, al riguardo, di possedere - unitamente ai Comuni di ANCONA; FALCONARA; JESI; FABRIANO; CHIARAVALLE; MONTEMARCIANO; CAMERANO; MONTE SAN VITO; MONSANO; CASTELFIDARDO; MATELICA; CAMERATA PICENA; BELVEDERE OSTRENSE; SAN MARCELLO; SANTA MARIA NUOVA; MORRO D’ALBA; POLVERIGI; AGUGLIANO; OFFAGNA; ESANATOGLIA; CERRETO D’ESI; GENGA; OSTRA; SASSOFERRATO; ARCEVIA; CORINALDO; CUPRAMONTANA; MAIOLATI SPONTINI; SERRA SAN QUIRICO; OSTRA VETERE; RIPE; SERRA DECONTI; CASTELBELLINO; CASTELPIANO; STAFFOLO; BARBARA; CASTELCOLONNA; CASTELLONE DI SUASA; MONTERADO; MERGO; MONTECAROTTO; MONTEROBERTO; POGGIO SAN MARCELLO; ROSORA; SAN PAOLO DI JESI - il 100% del capitale sociale della Multiservizi s.p.a. sulla quale esercitiamo congiuntamente l’effettivo controllo.

Egregi signori, con riferimento alla convenzione di affidamento del servizio idrico integrato sottoscritta in data 25/06/2003 tra la Multiservizi s.p.a. e l’AATO, modificata in data 26/10/2010 (di seguito, come di volta in volta ulteriormente modificata e/o integrata, la Convenzione),
riconoscendo:
che il finanziamento alla Multiservizi s.p.a., di cui in oggetto, è effettuato sulla base del controllo da noi esercitato sulla società medesima, controllo che intendiamo mantenere e che viene esercitato  per far fronte ad investimenti che interessano i territori dei nostri Comuni,

Vi assicuriamo che nell’eventualità in cui intendessimo non più mantenere e/o modificare la nostra quota di partecipazione nella Multiservizi S.p.A., ve ne daremo comunicazione scritta con 30 giorni di preavviso.

Con la presente ci impegniamo, inoltre, previa consultazione con i Vostri Istituti, in qualità di azionista della Società suddetta e di componente del Consorzio AATO :
1. ad adottare idonei atti amministrativi e promuovere le azioni necessarie per confermare l’affidamento del servizio idrico integrato alla società Multiservizi s.p.a. (l’Affidamento), sino alla già fissata scadenza del 2030, anche secondo quanto previsto dall’art. 23 bis del D.L. 112/08, come convertito, con modificazioni, dalla Legge 133/2008, come di volta in volta modificato e/o intergrato dal relativo regolamento di attuazione, pubblicato nella gazzetta Ufficiale n° 239 il 12/10/2010 ed entrato in vigore il 27/10/2010;
2. a prevedere nei documenti di gara per la scelta del nuovo gestore del servizio idrico integrato, qualora la normativa, i correlati regolamenti attuativi o circostanze comunque ad oggi non prevedibili, non consentano la suddetta conferma dell’affidamento, l’obbligo a carico del gestore subentrante di riconoscere al gestore uscente l’indennizzo previsto dall’articolo 34 (Restituzione delle opere e delle canalizzazioni) della convenzione a seguito della modifica del 26 ottobre scorso, secondo i termini e le condizioni ivi indicati;
3. a garantire che nell’amministrazione della società Multiservizi s.p.a. siano sempre seguiti i criteri della più oculata, sana e prudente gestione, per mantenerla in condizioni patrimoniali e finanziarie tali che la stessa possa sempre tempestivamente ed integralmente adempiere ad ogni obbligazione assunta nei confronti degli istituti di credito finanziatori in dipendenza del Finanziamento, facendo a tal fine si che:
a) il totale dell'attivo liquidabile/patrimonio contabile al netto degli ammortamenti e degli eventuali contributi pubblici a fondo perduto in relazione al servizio idrico integrato della società Multiservizi s.p.a. sia sempre maggiore all’indebitamento finanziario;

b) i proventi di gestione della società Multiservizi s.p.a. siano sufficienti ad assicurare l'integrale servizio del debito,

e a fare in modo che la società Multiservizi s.p.a. faccia fronte alle sue obbligazioni nei Vostri confronti dipendenti dal suddetto finanziamento.


______________________ lì _______________