Senigallia Atto

Riduzione temporanea degli oneri concessori

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2015/2593 del 05 aprile 2016

Presentazione
Approvazione
5.4.2016

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 79
Seduta del 05/04/2016
OGGETTO:	PREVISIONE DELLA RIDUZIONE TEMPORANEA DEGLI ONERI CONCESSORI, CONTENUTA NELLE LINEE PROGRAMMATICHE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE.

L’anno duemilasedici addì cinque del mese di aprile alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore-* 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;

Premesse.
	L’art. 27 della legge regionale di assestamento del bilancio n. 16 del 15/11/2010 ha abrogato il Regolamento 23/07/1977 n. 6 (attuazione della legge 28/01/1977 n. 10) concernente la determinazione dell’incidenza degli oneri di urbanizzazione con decorrenza dal novantesimo giorno successivo all’entrata in vigore delle medesima legge.

	Lo stesso art. 27 della citata L.R. n. 16/2010 ha modificato anche l’art. 72 delle L.R. 05/08/1992 n. 34 che oggi recita:

 1. Ai fini della determinazione dell’incidenza degli oneri di urbanizzazione, l’Assemblea legislativa regionale, su proposta della Giunta regionale, definisce ed aggiorna almeno ogni cinque anni le tabelle parametriche sulla base dei criteri stabiliti dall’art. 16 del DPR 06/06/2011 n. 380.
2. Nel caso di mancata definizione delle tabelle parametriche ai sensi del comma 1 e fino alla definizione delle tabelle stesse, i Comuni provvedono in via provvisoria, con propria deliberazione.

	In considerazione che, anche ad oggi, il Consiglio Regionale non ha mai deliberato l’aggiornamento della misura del contributo per le opere di urbanizzazione stabilita dal Regolamento Regionale n. 6/1977, l’ANCI Marche, attraverso un proprio tavolo tecnico, ha attivato uno studio, con la collaborazione di vari comuni delle Marche, per ridefinire le tabelle parametriche sulla base dei criteri stabiliti dall’art. 16 del DPR n. 380/2001. Tale studio ha portato a definire una bozza di schema di regolamento  per la determinazione dell’incidenza degli oneri di urbanizzazione e una bozza di schema di delibera  di Consiglio Comunale per l’approvazione del suddetto regolamento, che sono stati pubblicati nel sito dello stesso ANCI nell’ottobre 2011.

	Il Comune di Senigallia, in relazione alla particolare congiuntura economica sussistente nel suddetto periodo, e confrontando le tariffe unitarie vigenti (sia all’ottobre 2011 che attualmente) con quelle di altri comuni limitrofi (mediamente più elevate nel nostro Comune), ha ritenuto non attivarsi immediatamente al loro aggiornamento sulla base del citato studio. 

	Tuttavia, allo stato attuale, risulta necessario recuperare quel ritardo che permetta di riequilibrare le tariffe degli oneri di urbanizzazione ai costi effettivi delle stesse opere, per uniformarsi a quanto disposto dall’art. 16 del DPR n. 380/2001, prendendo spunto, ovviamente, anche da quanto elaborato dall’ANCI Marche e valutando attentamente anche i criteri informatori  omogenei che caratterizzano i Comuni delle Marche quali la tipologia degli interventi, i volumi da assoggettare al pagamento degli OO. UU., le specificità dei vari contesti economici, ecc. 

	In detto contesto il Servizio Area tecnica Territorio Ambiente di questo Comune sta già elaborando un nuovo regolamento per la determinazione dell’incidenza degli oneri di urbanizzazione che conterrà articoli non solo riferiti alla determinazione dei costi base di urbanizzazione, ma anche articoli circa la definizione e modalità di calcolo di superfici e volumi, la definizione degli interventi edilizi, i cambi di destinazione d’uso, gli scomputi parziali e totali del contributo, ecc.

	Nelle more di approvazione del suddetto regolamento (da approvare in Consiglio Comunale), che conterrà anche regole per l’aggiornamento a regime in forma graduale per non determinare squilibri rispetto alla situazione attuale, questa Amministrazione, ai fini di favorire la ripresa economica del settore edilizio, ha inserito nell’ambito delle linee programmatiche la previsione di una riduzione temporanea degli oneri concessori per gli interventi edilizi sottoposti a quanto previsto dall’art. 16 del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i..

	Considerato gli interventi edilizi, che ad oggi garantiscono l’occupazione minima, è per lo più determinata da interventi minori quali la manutenzione ordinaria e straordinaria, si ritiene che riducendo temporaneamente le aliquote degli oneri concessori si possa incentivare interventi di più ampia portata (ristrutturazioni, ampliamenti e nuove costruzioni) con iniziative sia da parte privata che da parte degli operatori nel settore edilizio, che potrebbero mantenere introiti di bilancio pressoché invariati.

	La riduzione temporanea di cui sopra riguarda pratiche edilizie presentate sia allo Sportello Unico per l’Edilizia (S.U.E.) e sia allo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) relative ad interventi edilizi soggetti al versamento degli oneri concessori  di cui all’art. 16 del Testo Unico per l’Edilizia - DPR 380/2001 e s.m.i. (oneri di urbanizzazione primaria, secondaria e contributo sul costo di costruzione) escludendo le pratiche di condono edilizio e pratiche edilizie di sanatoria ordinaria che non incidono nel settore edilizio. 

	Ai fini di semplificare al massimo le modalità di applicazione della suddetta riduzione, e salvo l’applicazione del nuovo regolamento per la determinazione dell’incidenza degli OO. UU. se nel frattempo verrà approvato, si ritiene di applicare agli importi calcolati in base alle attuali tariffe unitarie vigenti (approvate con delibera di Giunta Municipale n. 259 dell’11/12/2007), una percentuale di riduzione distinta per due periodi:

	per le istanze presentate dalla data di approvazione del suddetto atto fino al 31/12/2016, riduzione del 25% degli importi (OO.UU. e C.C.) calcolati in regime ordinario;

	per le istanze presentate dal 01/01/2017 al 31/12/2017, riduzione del 15% degli importi (OO.UU. e C.C.) calcolati in regime ordinario.

	Ovviamente la citata riduzione verrà applicata sia ai soggetti che opteranno per il versamento totale degli oneri concessori al rilascio del provvedimento, sia ai soggetti che invece sceglieranno di versare oneri concessori rateizzati.

	 Detta riduzione non riguarderà la monetizzazione delle aree di urbanizzazione secondaria AUS, né l’eventuale necessità di ricorrere alla monetizzazione dei parcheggi pubblici e privati così come previsto nel regolamento sulle monetizzazioni approvato con atto di C.C. n. 86 del 30/10/2012.

	In considerazione della temporaneità della riduzione degli oneri concessori si prende atto che dal 01/01/2018 riprenderà l’applicazione piena delle tariffe unitarie già approvate con D.G.M. n. 259/2007, salvo l’applicazione del nuovo regolamento per la determinazione dell’incidenza degli OO. UU. se nel frattempo verrà approvato. 
- Richiamato l’art. 48 del D. Lgs 18/0/2000 n. 267 e s.m.i.;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/08/2000 n.  267 sull’Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio e Ambiente;
- dal Dirigente responsabile dell’Area Organizzazione e Risorse Finanziarie;
- con votazione palese ed unanime;


DELIBERA

1°) DI DICHIARARE le premesse parte integrante e sostanziale del presente atto.

2°) DI APPLICARE agli importi calcolati in base alle attuali tariffe unitarie vigenti (approvate con delibera di Giunta Municipale n. 259 dell’11/12/2007), salvo l’applicazione del nuovo regolamento per la determinazione dell’incidenza degli OO. UU. se nel frattempo verrà approvato, una percentuale di riduzione distinta per due periodi:
	-per le istanze presentate dalla data di approvazione del suddetto atto fino al 31/12/2016, riduzione del 25% degli importi (OO. UU. e C.C.) calcolati in regime ordinario;
	-per le istanze presentate dal 01/01/2017 al 31/12/2017, riduzione del 15% degli importi   (OO. UU. e C.C.) calcolati in regime ordinario.

3°) DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/08/2000 n. 267 mediante separata ed unanime votazione palese.



---=oOo=---




Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 12 aprile 2016 al 27 aprile 2016 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 28 aprile 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 23 aprile 2016, essendo stata pubblicata il 12 aprile 2016
Lì, 26 aprile 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,